Reportage dalla Notte bianca: l’arte fa volare Toronto

TORONTO, ON – OCTOBER 5: “Garden Tower” at Nuit Blanche in Toronto, October 5, 2013. (Lucas Oleniuk/Toronto Star via Getty Images)

A Toronto la Scotiabank Nuit Blanche è l’occasione per creare una kermesse unica di creatività, cultura e divertimento. Per questa VI edizione dell’evento promosso dalla città si è creato in concreto un festival di arte contemporanea, con gli abitanti a girare per le strade fino all’alba per scoprire le opere dei 500 artisti nazionali ed internazionali che, con i loro 134 progetti, animavano le strade principali – e altri luoghi inusitati della città.
Di sicuro, protagonista della notte quest’anno è stata “Flightpath Toronto” l’installazione del londinese Usman Haque e della newyorkese Natalie Jeremijenko a City Hall.

Ispirata dagli uccelli di Nathan Phillips Square, questa suggestiva e futuribile struttura ha permesso ai cittadini di “volare” sopra la città, legandoli alle due ali bianche giganti, restituendo e riscoprendo il senso del legame tra gli elementi urbani.

Una rielaborazione delle forme classiche del trasporto. con gli occhi dell’architetto Hacque e dell’ingegnere Jeremijenko.

Il messaggio è che si può, ci si deve muoversi a zero emissioni, volontà di memorizzare e condividere per un futuro possibile.

Ovviamente il panorama che si poteva vedere dal cielo era qualcosa di emozionante, unico, come possono essere solo gli scorci inusitati da un’immaginaria macchina leonardiana. E sotto stava la metropoli, un insieme di luci spettacolari e velature.

 

I lavori di Natalie Jeremijenko sono dedicati alle nuove opportunità per cambiamenti sociali ed ambientali, focalizzati sulle nuove tecnologie ed innovazioni. I suoi progetti sono stati esposti recentemente al “Tate Modern”, e in una retrospettiva al “Neuberger Museum”.

 

Usman Haque è direttore di “Haque Design + Research” nonchè fondatore di pachube com, creatore di installazioni ambientali interattive, dispositivi d’interfaccia digitale e d installazioni a partecipazione urbana.
Dopo il gran successo di questa creazione, tutti si augurano che Nuit Blanche il prossimo anno ospiti qualcosa di altrettanto avveniristico…Splendida Notte bianca colorata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *