Cosa visitare a Dubrovnik

Dubrovnik, nome croato della città di Ragusa, è una delle mete turistiche principali della Crozia. Il successo della città è legato a diversi fattori, tra cui quello climatico, la bellezza e le attrazioni presenti e le infrastrutture. Per qaunto riguarda queste ultime, Dubrovnik costituisce uno degli approdi per trascorrere una vacanza in Croazia.

In traghetto servono 9 ore di navigazione per arrivare in città da Bari mentre ci sono voli regolari che partono da Milano Malpensa e Roma Fiumicino ed atterrano all’aeroporto cittadino che dista circa 20 km dal centro.

Chi invece vuole fare un viaggio più lungo ma decisamente affascinante, può arrivare a Dubrovnik in auto, scendendo lungo tutta la Dalmazia ed ammirando l’incredibile bellezza della sua costa frastagliata ed il mare limpido e cristallino

Il periodo migliore per una vacanza a Dubrovnik va da giugno a settembre quando le temperature medie giornaliere sfiorano i 30 gradi e le probabilità di pioggia sono decisamente basse. E’ infatti l’estate il momento in cui la città si riempie di turisti che affollano i tanti ristoranti nei pressi del porto, e le strutture ricettive. Sono numerosi gli alberghi, i b&b; ed i residence per dormire a Dubrovnik e tutti sono assolutamente ospitali ed accoglienti.

Sono due le attrazioni turistiche principali della città croate: il mare e l’immenso patrimonio artistico. Le spiagge più vicine al centro cittadino sono Banje, Sul Ici e Sveti Jakov mentre, gli appassionati di immersioni e sport acquatici, dovranno andare alla spiaggia di Copacabana. Chi cerca un posto assolutamente solitario dove fare due tuffi in un’atmosfera di pace e relax dovrà recarsi sulle Isole Elafiti, che sono raggiungibili in pochi minuti di navigazione dal porto di Dubrovnik.

Oltre al mare limpido che la bagna, la città croata è famosa in tutto il mondo per il suo meraviglioso centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Nel giro di qualche kmq si concentrano una quantità unica di tesori storici ed archeologici e non basterà un week end per ammirarli tutti.

Stradun è l’asse viario principale della città che collega la piazza Luza alla Porta Pile, che costituisce l’ingresso principale a Dubrovnik. Realizzata nel 1537, è sormontata da una nicchia recante la statua di San Biagio, il Santo Patrono. Dello stesso periodo è la Chiesa del Salvatore mentre del XV secolo è la Grande Fontana d’Onofrio, che anticamente costituiva il rifornimento idrico della città. Al Santo Patrono è dedicata

anche una Chiesa dalle forme barocche e, nello stesso stile, furono realizzate anche la splendida Chiesa di Sant’Ignazio e la Cattedrale dell’Assunzione, che custodisce le reliquie di San Biagio.

Da vedere sono anche le fortificazioni cittadine. Le mura, che si sviluppano per 2 km e raggiungono l’altezza massima di 25 m, e le fortezze di San Lorenzo e San Giovanni.Infine da non perdere la Colonna di Orlando che raffigura l’eroe protagonista della famosa opera letteraria medievale Chanson de Roland, simbolo della libertà.

Una vacanza a Dubrovnik è anche divertimento. Le sere d’estate infatti la città si anima e si riempiono i ristoranti ed i locali dove poter mangiare, bere un drink e ballare. I prezzi sono mediamente accesibili, tanto che sfruttando anche un volo low cost per Dubrovnic, una vacanza nella città croata può essere decisamente economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.