Visitare l’acquario di Genova: le meraviglie della vita

Ci sono due occhioni che mi guardano… mi sento osservata… muovo la mano e gli occhi la seguono… dieci minuti di giochi fra me e la giovane foca, ultima arrivata nella vasca dell’acquario. Io vado in brodo di giuggiole, saltello come una ragazzina… la foca gioca con me! Sarà questione di parentela, mi dico, allora un motivo c’era se i miei genitori mi hanno soprannominato “la foca” fin da quando mi hanno messo in acqua per la prima volta!

E l’amore e la passione per il mare e tutto quello che contiene e che nasconde sono cresciuti di giorno in giorno.
Per questo, finalmente, ho organizzato il tanto agognato viaggio a Genova per poter ammirare l’acquario.
Ne avevo visti altri, Barcellona e Valencia, ma confesso che questo mi è sembrato più bello.
Non per sano patriottismo, ma per la dimensione umana che fa da filo conduttore dell’affascinante percorso nel mondo sommerso… in quello che di tale mondo conosciamo, almeno.
Varcata la soglia, sei accolto da un ambiente soffuso, in cui luci e suoni richiamano il mare…
Il benvenuto ufficiale è affidato alle signore meduse, degne padrone di casa con le loro vesti iridescenti quasi si preparassero per una serata di gala.
Poco dopo, la dura realtà della crudeltà umana è mostrata nella sala dedicata ai grandi mammiferi marini: si ode il loro richiamo e il loro pianto, mentre dalle teche si affacciano pregiati manufatti…

Subito dopo le mie cugine foche riportano lo sguardo sulla giocosità della vita nell’acqua.
E poi pesci di ogni forma e dimensione, crostacei, anfibi e chi più ne ha più ne metta: dagli squali grigi alle murene, dai pesci trombetta ai cavallucci marini…

Ma l’acquario di Genova non è solo profondità marine: ci sono coccodrilli, rane pomodoro, camaleonti… Avete mai provato l’emozione di essere circondati dai colibrì?
Beh, io ne sono rimasta affascinata: una sala “arredata” a foresta con una ventina di colibrì che ti sfrecciano accanto, assordata, nel silenzio generale, dal fruscio delle loro ali! Meraviglioso!

Simpatica anche la trovata della sezione del disneyano Nemo, dove sono concentrati tutti i protagonisti dell’ultimo successo di animazione. E poi la vasca delle razze che si lasciano avvicinare e accarezzare!
E i delfini? Possiamo dimenticarci forse di loro?!?!
Si percepisce il mio entusiasmo?
Sono state due ore di continua sorpresa e ammirazione, eccitazione e sbigottimento!

Buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.