Benessere emozionale: l’arte è terapeutica

Quando si parla di gestione delle Emozioni si entra in un ambito talmente delicato che vale la pena di pesare ogni singola parola che viene scritta o detta. Le Emozioni sono energia e come qualunque flusso di energia non si possono soffocare, né sopprimere.
Non esistono emozioni buone o cattive, magari meglio parlare di piacevoli o meno piacevoli, o di emozioni più o meno produttive.

middle aged female psychologist making note while patient talking

Gestire le emozioni al fine di raggiungere il tanto agognato Benessere Emozionale, non è latro che imparare a far fluire le emozioni meno belle, accettandole, accettando se stessi e gli altri e evitando di permettere a queste di lasciare degli strascichi negativi (blocchi emozionali).

In questo post proveremo a spiegarvi cosa c’entrano il Benessere Emozionale, l’arte, la creatività e la gestione delle emozioni.
Proveremo a raccontarvi qualcosa che difficilmente troverete su altri blog, manuali o libri che affrontano l’argomento della gestione delle nostre emozioni.

Vi è mai capitato in qualche momento particolare della vostra vita di provare un forte malessere emotivo, un groppo in gola, lo stomaco chiuso, di sentirvi preda di uno stato emotivo particolarmente intenso e non piacevole?


Vi è mai capitato di non riuscire ad esprimere a parole questo vostro stato emotivo, di non riuscire a descriverlo, di non riuscire a raccontarlo a chi vi sta vicino, ma di non riuscire fino in fondo a dargli un nome ed un cognome nemmeno per capire fino in fondo cosa stavate provando?

Un approfondimento aggiuntivo nell’articolo sul Benessere Psicologico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.